Una nuova opportunità logistica

Nella foto: Un’immagine del complesso.

MILANO – CBRE, leader al mondo della consulenza immobiliare, ci scrive avendo agito “in qualità di advisor di Arec neprix S.p.A., quale mandataria di Ninfea LeaseCo s.r.l., per la vendita del noto complesso immobiliare già ad uso industriale a Livorno, in Via Federigo Enriques”. Si tratterebbe del seguito dell’operazione già di recente annunciata dal Comune, che ha visto parte attiva Confindustria Livorno-Massa Carrara con il suo presidente cavaliere del lavoro Piero Neri.

Il complesso, già sede produttiva di una primaria azienda automobilistica, (ex TWR) – ricorda CBRE nella sua nota – è inutilizzato da diversi anni. Con una superficie di circa 60.000 metri quadrati, a cui si aggiunge una vasta area scoperta con viabilità interna, è costituito da più corpi di fabbrica – in parte a un piano (industriale) e in parte pluripiano (uffici e servizi) – e da una vasta area scoperta prevalentemente pavimentata. L’asset è situato in una zona semicentrale a nord dell’abitato di Livorno, caratterizzata da edifici e impianti logistici ed industriali, e confina in parte con il raccordo ferroviario che collega il porto di Livorno alla rete ferroviaria.

🗣️ “Siamo stati abituati ad associare il mercato del commercial real estate alle città di Milano e Roma, ma le carte in tavola stanno cambiando – afferma 👤 Silvia Gandellini, head of Capital Markets and head of A&T High Street & F&B di CBRE Italy. 🗣️ “L’attività di investimento nei Regional Markets continua a rafforzarsi e CBRE prosegue con il proprio contributo attivo per allargare il mercato immobiliare italiano, che presenta ancora molto potenziale inespresso”.

Aggiunge 👤 Mario Previsdomini, head of Mid Cap & Regional Markets di CBRE Italy: 🗣️ “I mercati regionali continuano a dimostrarsi ricchi di opportunità di investimento e in grado di soddisfare le esigenze di investitori privati e istituzionali. Questa operazione, inoltre, porta con sé un forte valore socioeconomico perché permette di dare nuova vita a un’area dismessa e inutilizzata da diversi anni, contribuendo così alla crescita economica e industriale locale”. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*