De minimis non curat Praetor?

LIVORNO – Come spesso accade, quando si mettono insieme tanti esperti (o sedicenti tali) per ricavarne diagnosi e terapie sul futuro del porto, il rischio è di una cacofonia: ovvero di un’uscita di suoni in libertà, dove l’armonia fa la fine dell’Araba Fenice (“Che ci sia ciascun lo dice – scrive il Metastasio in “Demetrio” – dove sia nessun lo sa”). E’ quasi scontato che accada. Così nel pur pregevole Magazine del Tirreno.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*