I sessant’anni del Ci.Ca.Sub

Nella foto: (da sinistra) Amerigo Ramacciotti, Roberto Borra e Pierlo Lilla.

TIRRENIA – Non c’è circolo sub italiano ad avere tanti titoli: un campione del mondo, sette campioni nazionali, un’infinità di alti riconoscimenti ai propri soci nel “palmares”. Ma alla fine dei conti, nel celebrare al Continental di Tirrenia i sessant’anni di vita del Ci.Ca.Sub (Circolo Cacciatori subacquei) il presidente Roberto Borra si è detto orgoglioso prima di tutto dei valori anche non sportivi degli oltre 150 tesserati. “Siamo sempre stati, siamo e saremo i primi a correre – ha ricordato Borra – dove c’è bisogno di portare aiuto”. E nella proiezione delle foto a testimonianza dei momenti storici, oltre ai vari campionati dove i livornesi hanno prevalso in giro per il mondo (dal Cile alla Croazia, dall’Australia a Tahiti) sono apparse le drammatiche testimonianze dei sub in soccorso degli alluvionati di Firenze e della valle dell’Arno nel 1966.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*