LIBRI RICEVUTI

Ruggero Chiosi
Livorno e i Lazzaretti
(Belforte 1805 – Livorno)

LIVORNO – “Livorno e i lazzeretti” è la prima opera di Ruggero Chiosi. Nato nella città labronica, per molti anni ha vissuto a Firenze e girato il mondo come responsabile di grandi compagnie di navigazione. Appassionato di lettura ed esploratore di libri antichi per diletto si avvicina alla storia della sua città natale grazie ad un libro di Giuseppe Vivoli ricevuto in dono e da lì cresce in lui la voglia di ampliare la ricerca attraverso lo studio storico. E forse è perché è rimasto uomo “di porti e di merci” che Chiosi sceglie di focalizzare la propria attenzione sui lazzeretti che al tempo venivano utilizzati anche come magazzini per la mercanzia e rappresentavano un punto di forza per Livorno fungendo da piattaforma di ricevimento per il naviglio mercantile. Nel libro, recentemente presentato presso la libreria Belforte 1805, si trovano documenti antichi che riportano le oggi amene considerazioni del tempo sulla peste e sulle “corrette” pratiche per limitarne il diffondersi insieme ai “rimedi” suggeriti, ma anche interessanti e chiarissimi testi di lettere con le quali i “Deputati delle Nazioni” indicavano in modo assai determinato al Granduca di Toscana Pietro Leopoldo la necessità di costruire velocemente un ulteriore lazzeretto affinché il porto potesse mantenere il primato dell’importanza nel commercio del Mediterraneo.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*