“Milleproroghe” preannunciate mille vertenze

ROMA – Come a dire: piove sul bagnato. Oppure alla livornese: per gli zoppi, calci negli stinchi. Così i commenti più immediati all’emendamento presentato da Tremonti nel “Milleproroghe”, secondo il quale i soldi stanziati per i porti ma non spesi negli ultimi 5 anni vengono automaticamente cancellati e tornano nel calderone del Tesoro.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*