Nuovi vertici spedizionieri doganali

ROMA – La federazione Nazionale Spedizionieri Doganali ANASPED ha tenuto la sua assemblea ordinaria per il rinnovo delle cariche, con una relazione del presidente uscente Vito Totorizzo, sviluppata in particolare sull’adozione del nuovo codice doganale comunitario.

A conclusione dei lavori l’assemblea ha riconfermato alla presidenza federale l’onorevole Cosimo Ventucci e alla presidenza del nuovo comitato direttivo il dottor Massimo De Gregorio. Il presidente del consiglio nazionale Giovanni de Mari a sua volta ha chiesto agli associati un grande “sforzo di rinnovamento”.

Così sono risultati dalle votazioni i nuovi vertici.

Presidenza federale – Cosimo Ventucci (presidente federale); Giuseppe Bianculli e Giuseppe Rebolino (vice-presidenti federali); Giuseppe Bianculli (segretario generale).

Consiglio direttivo – Massimo De Gregorio (presidente); Tauro Stella (vice-presidente); Salvatore Indaco (segretario); Nevio Bole (vice-segretario); Pio Michele De Girolamo (tesoriere); Vincenzo Rovigi, Ciro Autore e Bruno Milella (collegio dei revisori), Walter Orlando, Giorgio Settomini e Pietro Calaciura (collegio dei probiviri).

Altri componenti del consiglio – Mario Pierangeli, Carlo Curzel, Riccardo Corrias, Claudio Toccafondi, Davide Cabiati, Ettore Corti, Vincenzo Bucciero, Sandro Blarasin, Giorgio Rottigni.

Anche l’associazione spedizionieri doganali di Bari ha resi noti i propri eletti per il triennio 2010-2013. Ecco le cariche con i rispettivi nominati.

Il consiglio direttivo è così composto: Vincenzina Balena (presidente); Marcello Gorgoni e Vincenzo Santamato (vice-presidenti); Ivan Cassano (tesoriere); Francesco Boccasini (segretario); Michele Granatiero, Massimiliano Lovagnini, Bruno Milella e Vito Totorizzo (consiglieri).

Il consiglio dei revisori è così composto: Salvatore Lopizzo, Pasquale Cippone, Pio De Girolamo.

Il consiglio dei probiviri è così composto: Pietro Balena, Alfredo Bressani, Marco Scicchitano.

Il signor Pietro Balena è stato confermato presidente onorario dell’Associazione.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*