La Cilp fa le bucce a Gallanti

L’Alto Fondale, i forestali e le concessioni secondo Raugei non si toccano

Enzo Raugei

LIVORNO – A una settimana dal comitato portuale con i lineamenti del “piano regolatore portuale che vorrei”, il presidente Giuliano Gallanti un risultato positivo l’ha di certo ottenuto: quello che i livornesi chiamano un pò pesantemente se volete, “toccare il culo alla cicala”. E che cicale! Hanno fatto correre fiumi di parole sui quotidiani, con interventi che in gran parte potrebbero essere riassunti in cinque parole: ma che vuole questo genovese?

Un esempio viene dall’intervento di Enzo Raugei, presidente della Cilp dei portuali. Raugei è solitamente un mite e rifugge dalle parole pesanti. Ma ha bollato il piano di Gallanti “come un puro esercizio tecnico di come potrebbe essere idealmente utilizzato il porto, se non esistesse nulla”. Solo che, intende dire Raugei a Gallanti, sul porto di Livorno esistono tante situazioni che non si possono cancellare con un colpo di matita. E con Raugei sono d’accordo in molti.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*