Quel silenzio che non è tutto d’oro

LIVORNO – L’abbiamo già scritto nel numero scorso: Gallanti ha fatto la sua parte, su alcune cose con l’ottimismo del neofita, su altre tirando un po’ a indovinare (e magari sbagliando una banchina con un’altra: capita a chi non ha mangiato per tutta la vita Pane & Livorno), su altre infine centrando i temi di fondo, che sono la necessità di ricercare una crescita nella generale collaborazione (parlare di armonia, come ha fatto, è un po’ utopistico specie per un genovese che ben conosce valore e influenza del dané) e specialmente l’assoluta esigenza di far presto a dar risposte allo shipping.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*