L’Alsea al governo no tasse per le authority

Già inviate all’Unione Europea tre segnalazioni per violazione del diritto comunitario. La tutela del settore

Pietro Vavassori

SAN PELLEGRINO TERME – Nella splendida cornice di S. Pellegrino Terme, Alsea (Associazione Lombarda Spedizionieri ed Autotrasportatori) ha festeggiato i primi 70 anni di vita. Alsea è la più importante realtà territoriale del mondo dei trasporti e delle spedizioni e riunisce oltre 650 aziende, per un totale di circa 20.000 addetti.
Il convegno ha visto gli interventi del presidente Confetra, Nereo Marcucci, del professor Giulio Sapelli, del dottor Marco Spinedi e del presidente Alsea, Pietro Vavassori, che ha presentato le principali attività svolte da Alsea a favore dei propri associati. Tra queste ha sottolineato l’iniziativa, portata avanti tramite Confetra, volta a vedere riconosciuto il principio per cui le Authority create dallo Stato debbano essere mantenute dalla fiscalità generale.
“Non si può pensare – ha detto il presidente Vavassori – che per ogni nuova Autorità (ART, AGCOM, Antitrust; in futuro forse l’autorità dei porti e della logistica) lo Stato crei una nuova tassa a carico delle imprese. Per questo sono state promosse diverse azioni di cui si attende l’esito nei prossimi mesi”.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*