Governance del sistema Livorno ora arriva il pieno di ingegneri?

LIVORNO – Recitava una vecchia battuta molto popolare in Marina, che su una barca a vela ci sono tre cose inutili: una scala a pioli, una carriola e un ufficiale di marina. Analoga battuta me la riferiva uno dei grandi esperti dei tempi che furono, l’allora presidente del porto di Trieste Michele Lacalamita: se vuoi guai nella cabina di comando di un porto, mettici due ingegneri, sarà guerra continua.

Non sappiamo se Lacalamita avesse doti divinatorie; ma fatto sta che per il porto di Livorno abbiamo già sperimentato che i due ingegneri – Stefano Corsini e Filippo Nogarin – se ne stanno dando di santa ragione, di fatto bloccando il processo di “governance”. Entrambi bravi nel proprio mestiere, ci dicono (e si dicono) ma zero mediazione per far partire il comitato di gestione. E sarebbe bastato poco, magari con una soluzione ponte che non avrebbe pregiudicato niente.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*