Piombino, la battaglia (alla burocrazia)

PIOMBINO – È una lunga storia, troppo lunga come purtroppo succede in questo paese dove le incombenze burocratiche e la sovrapposizione dei poteri generano “mostri”. Ma sembra che finalmente si sia arrivati a un punto fermo: ovvero PIM, Piombino Industrie Marittime, ha ufficializzato la propria proposta sulle banchine del porto per refitting, demolizioni navali e costruzioni. PIM è la società costituita proprio ad hoc tra il gruppo Neri di Livorno e la San Giorgio del Porto di Genova.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*