In gara contro il forte maltempo i soccorsi alle navi a Capo Corso

LIVORNO – Erano ancora ieri incastrate l’una dentro l’altra le due grandi navi coinvolte nel sinistro marittimo a 30 miglia a nord di Capo Corso. La porta contenitori “Virginia”, speronata mentre era all’ancora sulla secca delle Vedove dal ro/ro tunisino “Ulysse” è al centro delle operazioni di disinquinamento, per lo sversamento di circa 600 tonnellate di “Light fuel” probabilmente da una delle casse carburante degli apparati secondari. Ma da ieri, con le condizioni meteo che sono passate da mare calmo e scirocchetto leggero a vento forte e mare conforme, i mezzi di salvataggio sul posto hanno accelerato le operazioni per separare le due unità e rimorchiarle al sicuro. Ovviamente è in corso un’inchiesta e i P&O sono intervenuti per la parte assicurativa.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

   Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*