AdSP e UE, serve chiarimento

ROMA – “Da parte del Governo e del Ministro competente serve una seria e concreta riflessione sul ruolo della portualità italiana rispetto alle politiche comunitarie”. È quanto chiede il segretario nazionale della Filt Cgil Natale Colombo, a seguito del parere della Commissione Ue sulle esenzioni fiscali dei porti italiani e spagnoli, evidenziando che “qualificare come ‘aiuto di stato’ i finanziamenti comunitari riconosciuti allo Stato, e non a imprese private, per le opere di infrastrutturazione dei porti del Mediterraneo, il cui potenziamento è previsto proprio in ragione dell’attuazione delle politiche europee, appare contradditoria e richiede la massima attenzione nell’esercizio dell’attività di lobbying nelle sedi opportune”.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

   Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*