Livorno, traffici stabili dall’anno prima più ro/ro e crociere, meno contenitori

LIVORNO – È una miniera di informazioni, come da anni avviene, il compendio fornito dall’Avvisatore Marittimo del porto labronico sui traffici dell’anno. Sono dati non ufficiali – avverte Fabrizio Moniga che firma con i suoi collaboratori il documento – ma che hanno il vantaggio di essere tutti registrati dalla “stazione di avvistamento navi” della grande torre azzurra in avamporto. Alla quale, con gli osservatori h/24, non sfugge nemmeno il passaggio d’un gozzo.

Il rapporto non giudica, ma – appunto – registra. Proviamo a sintetizzare: l’anno 2018 è stato per il porto di Livorno sostanzialmente stabile, con un totale di arrivi di navi pari a 7.940 unità, contro le 7.853 del 2017. Statisticamente, +1,11%. Sempre sul piano statistico, gli aumenti più significativi riguardano nell’ambito dei ro/ro gli arrivi delle navi passeggeri (+91,28%), quelle dei rotabili (+12,24%); calano le gasiere (-6,98%) ma aumentano le navi con il LNG (+18,18%). Deciso anche l’aumento dei croceristi (+10.78%) per un totale di 759.787 persone. Meno navi con cellulosa (-8,15%) ma più con sabbia (+20%), meno impiantistica (-42,86%) ma più chimichiere (+13,43%).

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*