ZIM migliora i conti anche grazie al bunker

HAIFA – Nel terzo trimestre del 2019 – scrive InforMARE – i ricavi della compagnia di navigazione israeliana ZIM generati dall’attività di trasporto marittimo containerizzato della sua flotta e dalle attività correlate sono risultati stabili rispetto allo stesso periodo dello scorso anno essendo ammontati a 841,9 milioni di dollari. Pressoché stabili anche i volumi di carichi containerizzati trasportati dalle portacontainer della compagnia che sono stati pari a 725mila TEUs (-0,7%), con un nolo medio per contenitore trasportato che è risultato di 1.009 dollari/TEU (+0,3%). Sensibilmente diminuiti i costi operativi che si sono attestati a 703,6 milioni di dollari (-8,4%). L’EBITDA è stato pari a 115,0 milioni di dollari (+159,6%), l’utile operativo a 45,6 milioni di dollari (+184,3%) e l’utile netto a 4,9 milioni di dollari rispetto ad una perdita netta di -6,6 milioni di dollari nel periodo luglio-settembre del 2018.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

   Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*