Sulphur Cap, primi passi tra costi e disponibilità

GENOVA – Tutti zitti o quasi: in punta di piedi infatti i commenti sulla recentissima entrata in vigore della normativa internazionale della “Sulphur Cap” (IMO2020) che ha abbassato lo zolfo presente nei carburanti navali allo 0,5%. Nel frattempo però s’incrociano molti commenti. C’è chi sosteneva, solo a fine novembre (Francesco Bottino in una nota sul web) che “l’impatto del sulphur cap potrebbe risultare particolarmente gravoso (quando non fatale) per le società più piccole che, avendo poco potere contrattuale, non riusciranno a ribaltare gli extra-costi sui loro clienti e ne faranno quindi le spese direttamente”.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

   Invia l'articolo in formato PDF   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*