Le crociere a Venezia ancora senza soluzioni

Marco Gorin

VENEZIA – Una realtà mondiale del turismo, una città che vive della sua grande, straordinaria bellezza apprezzata da tutti i popoli della terra: eppure una realtà che sta soffrendo, colpita duramente proprio nella sua vocazione maggiore, il turismo. Ne parliamo con il presidente degli ormeggiatori veneziani Marco Gorin.

Presidente, dai dati che ci arrivano, il problema delle crociere a Venezia è ancora da risolvere, e voi ovviamente ne risentite per primi…

“Vero, stiamo pagando davvero caro il drastico calo degli arrivi delle navi da crociera. E con noi l’intero settore dell’economia legato al turismo. Da 550 navi che arrivavano prima della pandemia, quest’anno ne abbiamo avute circa 30. Ci sono mancati un milione e mezzo di turisti solo dagli USA: e ovviamente ne hanno risentito negozi, ristoranti, gondolieri, servizi. Il fatturato del turismo delle crociere era intorno ai 450 milioni di euro all’anno. Ora stringiamo i denti ma è proprio dura”.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*