Rinfusi a Livorno, l’ideale sarebbe la sponda Est

Sembra interessare sempre meno il molo Italia, peraltro indicato dalla programmazione del Pot attuale –  Riflessioni sui contratti collettivi di lavoro e su quello territoriale

Federico Barbera

LIVORNO – Federico Barbera è abbastanza amareggiato. Federico Barbera è il presidente nazionale di Uniport-Fise, oggi strettamente imparentata con Assiporti: ma è anche il direttore del terminal rinfusi di Livorno, il TCO (Terminal Calata Orlando), che ha subìto pesantemente la crisi internazionale del comparto, anche se ne sta lentamente uscendo. E specie come direttore del TCO ma non solo, l’abbiamo intervistato.

Quali sono i problemi che l’amareggiano di questi tempi?

“Sono quelli che amareggiano un po’ tutti coloro che lavorano nei porti italiani e che hanno sperato nel dopo-crisi per forti rilanci anche nelle infrastrutture, ma specialmente nelle regole comuni del lavoro sui terminal. Invece siamo ancora a metà del guado”.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*