Se il privato non predilige il martirio…

ROMA – Com’era prevedibile, per le grandi opere da cantierare nel prossimo triennio, secondo l’allegato infrastrutture del Dpf depositato in questi giorni in Parlamento, non ci sono soldi sufficienti. Anzi, il ministro Matteoli c’è andato giù duro: a fronte dei 64,8 miliardi di euro necessari, non si arriva a una disponibilità reale di 19 miliardi.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*