E adesso arrivano anche le stangate sui canoni dei “marina”

ROMA – “Sentenze negative, recessione economica e terrorismo fiscale affondano il settore”. Ci va giù pesante Assomarinas, l’associazione dei porti turistici italiana presieduta da Roberto Perocchio – dopo la recente sentenza della Corte Costituzionale che ha detto si al drastico aumento dei canoni demaniali decisi nel 2006 e che comporteranno – per il momento alla sola modalità balneare – aumenti anche del mille per cento.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*