E’ guerra di logoramento

Previsti nuovi incontri tra i “secessionisti” mentre il ministro non recede

ROMA – Slitta l’assise in Sicilia per il “redde rationem” sui vertici di Assoporti; e cresce il numero dei presidenti delle Authority che non si riconoscono più nella gestione di Francesco Nerli. L’incontro tra coloro che ne chiedono le dimissioni maturerà probabilmente la prossima settimana a Roma. La sua organizzazione è stata affidata a Giuseppe Guacci, potente segretario generale della Port Authority di Civitavecchia, che sarebbe anche stato l’estensore della ormai famosa lettera di sfiducia a Nerli.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*