Dal Marocco moderazione e merci via mare

Hassan Abouyoub

LIVORNO – Campeggiava dietro il tavolo dei relatori una gigantografia in proiezione da computer della famosa mappa del mondo conosciuto, opera del primo cartografo arabo (e uno dei primi in assoluto nella storia) Al Idrisi. Una mappa per noi europei “capovolta”, dove il nord Africa e il Maghreb apparivano già correttamente rappresentati dalla foce del Nilo alle Colonne d’Ercole mentre Spagna, Italia, Adriatico e Grecia a testa in giù erano poco più di abbozzi. Eppure su questa mappa e sul lavoro dei cartografi arabi è nata la consapevolezza del mondo mediterraneo come unità storica e culturale insieme.

Tutte considerazioni, queste, emerse magari tra le righe l’altra sera a villa Letizia, alla firma dell’accordo di cooperazione tra Polo dei sistemi logistici dell’Università di Pisa e due Università del Marocco.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*