Montenegro da Assoporti: ingenui?

Francesco Nerli

ROMA – Certo se ne parlerà negli anni a venire, dello storico incontro tenuto a Roma in Assoporti tra il suo presidente Francesco Nerli e il ministro dei Trasporti del Montenegro Andrija Lompar. Chiariamo subito: nessuno vuol fare dell’ironia sul piccolo paese adriatico, che tra l’altro ha storici ed amichevoli rapporti con il nostro. Piuttosto qualcuno ha voluto sottolineare, sottovoce ma nemmeno troppo, che il presidente Nerli non è proprio nella posizione migliore – contestato come si trova dall’interno della stessa Assoporti, e del tutto “sbianchettato” dal ministro dei Trasporti italiano – per garantire qualcosa di concreto ai montenegrini.

Con Nerli hanno ricevuto il ministro Lompar e il suo direttore generale Vaselin Grbovic due presidenti di Autorità Portuali: Giovanni Grimaldi di Gioia Tauro – il cui porto sta attraversando una pesante crisi alla ricerca di nuove identità – e quello di Bari Franco Mariani, anch’egli iscritto sul libro nero del ministro Matteoli (che peraltro l’ha riconfermato di recente, in base agli accordi politici tipo manuale Cencelli).

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*