Toscana e i porti del Marocco uniti in un patto di crescita

Il sottosegretario ai Trasporti Bartolomeo Giachino ha portato l’impegno del governo sul tema – Gli interventi di Nerli (Assoporti) e Trevisani (Confindustria) sulla politica portuale italiana – Gallanti e la concorrenza “senza regole”

Il tavolo dei relatori al seminario al LEM. (Foto Novi)

LIVORNO – Usare gli accordi di cooperazione come elemento di pressione per aprire nuove porte verso i paesi della sponda sud del Mediterraneo. Va in questa direzione l’intesa firmata al LEM tra il presidente dell’Autorità Portuale di Livorno, Giuliano Gallanti, e la direttrice della Agence Nationale des Ports del Marocco, Nadia Laraki, nel quadro del seminario di due giorni sul tema “Livorno porto gateway” organizzato con il programma Italmed tra le regioni, in testa la Toscana.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*