Bacini di carenaggio nel Tirreno il RINa decide se riaprire Livorno

Atteso a breve il risultato dello studio tecnico del Registro navale – Possibile una integrazione dell’uso anche dei privati – L’ipotesi della Costa Concordia

GENOVA – Luigi Merlo ha un diavolo per capello: anzi, più diavoli che capelli, notoriamente pochi. Da poco confermato per il secondo mandato alla guida dell’Autorità portuale del primo scalo italiano, ha dovuto incassare il fallimento della gara per privatizzare l’aeroporto Colombo. Il che vuol anche dire – secondo le sue stesse dichiarazioni – che se non si farà presto con una seconda gara entro aprile, non ci saranno i tanto sospirati 30 milioni che dovevano costituire lo zoccolo duro per costruire il sesto bacino di carenaggio.


Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*