Primo comitato a Livorno: zonizzazione, tra si e “niet”

Perplessità sull’Alto Fondale “zona grigia”, problemi sui dragaggi e sulla vasca di colmata 1, le divergenze sui forestali – Appuntamento al 29 marzo per decidere

Giuliano Gallanti

LIVORNO – Un grosso passo avanti o un mezzo passo indietro? Due giorni dopo la prima riunione del nuovo comitato portuale – chiamiamolo il Gallanti bis – i commenti s’intrecciano con il resoconto finale. E ovviamente non mancano le perplessità. Che peraltro sono segno di un minimo di dinamismo e di … libero pensiero in una realtà portuale come quella labronica, da più parti giudicata a encefalogramma piatto.

Il lungo comunicato ufficiale seguito alla riunione parte enfatizzando la volontà di arrivare al riassetto funzionale del porto, con un titolo un po’ imprudente (e giudicato poco meno che offensivo nei confronti dei predecessori di Gallanti): “Livorno finalmente ha un progetto per il futuro”. Commento: l’unica cosa che a Livorno non è mai mancata è stata la lenzuolata di progetti per il futuro.


Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*