A Livorno zonizzazione con riserva

Massimo Provinciali

LIVORNO – La zonizzazione del porto di Livorno, impegno assunto dal presidente Giuliano Gallanti già dopo pochi mesi dall’insediamento, è dunque passata in comitato portuale, sia pure con tanti distinguo da apparire come la tela di Penelope: ufficialmente varata, c’è chi di notte è pronto a disfarla non appena si dovesse entrare nel vivo.

Vi meraviglia?  Mi meraviglierei della meraviglia: è il sistema classico che non solo nel porto livornese, consente di fare proclami sul tutto che cambia per non cambiare (quasi) niente.

In realtà, qualcosa è cambiato: sulla testata della banchina ad alto fondale approdano da oggi le navi delle crociere di testa della Msc, con tanto di “centro accoglienza” (e relativo concerto musicale di ieri sera, una piacevole iniziativa che speriamo non rimanga rara avis). Ma anche questo è un compromesso, abbastanza riduttivo anche rispetto all’accordo a due che era stato siglato tra Enzo Raugei e Roberto Piccini oltre un mese fa. Insomma: piano piano a qualcosa si arriva, ma che fatica!


Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*