La Guardia Costiera “forma” gli yemeniti

L’ammiraglio Felice Angrisano (al centro) con il personale della Guardia Costiera e dell’Autorità Marittima Yemenita.

 

GENOVA – E’ partito il 14 maggio un corso di formazione a favore di personale della Guardia Costiera ed Autorità marittima Yemenita (15 unità suddivise tra ufficiali e sottufficiali) in materie professionali marittime quali la sicurezza della navigazione, il diritto internazionale, il contrasto all’immigrazione clandestina, l’organizzazione della ricerca e soccorso in mare e i sistemi di monitoraggio del traffico mercantile (VTS).

Il personale Yemenita, accompagnato dal T. Col. Amen AL-ANSEI e dall’interprete Muna Al-Ghirbani, nonché del CV Giuseppe Troina, Capo Ufficio Affari Internazionali di Maricogecap, è stato accolto dall’Amm. Isp. Felicio Angrisano, che ha rivolto ai corsisti un caloroso benvenuto nella città di Genova, ricca per tradizioni e cultura ed ha formulato un auspicio che il corso si rilevi utile ed interessante per il proseguio della collaborazione tra i due Paesi e per la crescita dello Yemen nel contesto marittimo particolarmente sensibile e delicato qual’è l’area del Golfo di Aden e dello stretto di Djibouti, interessate da un traffico annuo di circa 20.000 navi per circa 400 milioni di tonnellate di merce e più di 60 milioni di tonnellate di petrolio ed idrocarburi raffinati.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*