Assemblea Federagenti tra crisi e speranze (e lo spiraglio dell’autonomia finanziaria)

La relazione del presidente Gallo con l’analisi dei problemi dei vari settori del cluster marittimo – Forte richiamo per lo sviluppo del cargo ferroviario – La liberalizzazione dei servizi portuali e il riconoscimento agli armatori italiani – Il vertice della federazione prorogato a fine anno

Il saluto del presidente di Napoli Luciano Dassatti.

NAPOLI – Grande partecipazione, come previsto, alla 63ª assemblea generale di Federagenti tenutasi nella Sala Dione della Stazione Marittima. Il saluto di benvenuto è stato portato dal presidente Assoagenti di Napoli Andrea Mastellone che ha auspicato la realizzazione in tempi brevi del progetto approvato dalla Comunità Europea per la costruzione di opere ed infrastrutture che saranno di grande impulso per lo sviluppo del porto campano e di tutta la regione (lo illustreremo nei dettagli con il nostro Quaderno di maggio in arrivo). A seguire il saluto del direttore marittimo della Campania e comandante del porto di Napoli ammiraglio Domenico Picone e quello dell’ammiraglio Luciano Dassatti, presidente dell’Autorità portuale ospite, che ha sensibilizzato i partecipanti affinché queste riunioni non diventino “inutili liturgie” spronando il cluster ad agire “forte della propria forza”.


Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*