Le tasse massacrano i porti

I terminalisti livornesi minacciano di chiudere lo scalo – E le categorie scrivono a Firenze

ROMA – Il porto di Genova è in rivolta contro l’Imu; quello di Livorno minaccia di bloccare tutte le attività per la sciagurata tassa regionale sulle concessioni demaniali; a Piombino dove una gestione illuminata della Port Authority per la stessa tassa la Regione minaccia fulmini e denunce penali e civili i funzionari di Luciano Guerrieri che si sono rifiutati di inviarle gli elenchi dei concessionari.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*