Supertassa sulle concessioni portuali la Regione rinuncia (ma non agli arretrati)

Rimane in piedi il contenzioso sulle cifre richieste (con tanto di penali spesso pesantissime) dal 2006 al 2012 – Intanto aumenta l’Irap e l’aggiornamento dei canoni da parte dello Stato

FIRENZE – E’ una mezza vittoria della ragionevolezza: ma come avevamo scritto giorni fa, rimane appesa sulla testa dei concessionari nei porti toscani di Livorno, Piombino e Carrara la spada di Damocle degli arretrati.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*