Il difficile 2012 per Livorno

Dal calo delle navi in ingresso alla caduta verticale di traffici storici – I comparti che tengono e le banchine più utilizzate – Il rebus delle crociere e la frenata dei traghetti

LIVORNO – E’ ormai una tradizione che a inizio dell’anno arrivino le statistiche sul traffico delle navi nel porto elaborate dall’Avvisatore Marittimo di Massimo Monega. Un lavoro che la stazione di avvistamento e comunicazioni sulla grande torre azzurra del Mediceo, svolge nella consapevolezza che i suoi dati siano la vera fotografia del movimento reale perché l’Avvisatore registra non solo ogni passaggio navale, ma anche le caratteristiche delle unità, l’agenzia di appartenenza, il tipo di carico e la banchina di destinazione.
Le statistiche fornite per l’anno 2012 appena concluso disegnano un porto che nel complesso ha visto diminuire il numero delle navi in arrivo, con una progressiva caduta fin dal 2010: contro le 7.478 navi di quell’anno nel 2011 ne sono arrivate 7.169 e nel 2012 solo 6.534.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*