Presidenze portuali in scadenza (c’è anche chi decide di mollare)

Per Napoli, Piombino ed Ancona dovrà esserci un cambio della guardia – Tre realtà diverse con diverse soluzioni – Da cambiare anche una vicepresidenza in Assoporti

Luciano Canepa
Luciano Dassatti

ROMA – Forse le elezioni politiche ci metteranno lo zampino allungando i tempi: ma per tre importanti Autorità portuali siamo alla vigilia di significativi cambi della guardia, che lasciano aperte numerose ipotesi. E qualche preoccupazione.
Cominciamo dal porto maggiore, Napoli. Scade il primo mandato del presidente, l’ammiraglio (Cp) Luciano Dassatti, e la sua mancata riconferma da parte delle istituzioni sul territorio ha aperto già la battaglia della successione, con incontri all’americana tra i (tanti) candidati. Dassatti ovviamente avrebbe gradito la riconferma, ma da ufficiale e gentiluomo non si è strappato i capelli

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*