“Porte vinciane” e proteste

Giuliano Gallanti

LIVORNO – Habemus Papam, ovvero le “porte vinciane” finalmente chiuse. Croce e delizia della Darsena Toscana – che a “porte” spalancate come sono state per anni s’insabbiava ad ogni piena dello Scolmatore dell’Arno – da martedì scorso è cambiato tutto: “Porte” permanentemente chiuse, Darsena Toscana finalmente protetta dagli insabbiamenti, e uno stimolo reale in più perché la foce dello Scolmatore e del canale dei Navicelli venga finalmente “armata” e quindi dragata. Un passo avanti fondamentale sia per la protezione dei fondali della Darsena livornese – dove sarà presto possibile recuperare i tanto sospirati -12 metri – sia per dare autonomia di uscita in mare alle imbarcazioni e ai natanti destinati e provenienti dalla Darsena di Pisa, in fondo ai Navicelli. Peccato che in contemporanea ci sia stata una specie di rivolta davanti a palazzo Rosciano dei lavoratori di Lorenzini. Ne parliamo più sotto.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*