Funzioni e prospettive a Livorno della Camera Arbitrale Marittima

Gli interventi di Mazzoni, Canepa e Bosetti – Le pratiche arbitrali in base alla Convenzione del 1958 di New York

Il tavolo dei relatori al convegno del Propeller.

LIVORNO – La nascita della Sezione Marittima della Camera Arbitrale a Livorno è stata illustrata da tre relatori nel recente convegno ad hoc organizzato dal Propeller Club locale.
Il professor Alberto Mazzoni ha spiegato che l’antico istituto dell’arbitrato nasce prendendo spunto dalle giurisdizioni consolari che risolvevano controversie basandosi più che altro su norme di consuetudine. Nel lungo tempo trascorso, dalla sua nascita fino ad oggi, è stato oggetto di due interpretazioni fortemente contrastanti fra loro sul piano concettuale. La concezione che caratterizza l’epoca dell‘800 e del ‘900, fortemente giurisdizionale, portava a ritenere applicabili, direttamente o per analogia, molte regole della giurisdizione ordinaria all’interno del procedimento amministrato dai privati per giungere al Lodo, che, in questa interpretazione, una volta emesso, assumeva la capacità di vincolare le parti ed era così predisposto a divenire sentenza una volta intervenuta l’autorità dello Stato.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*