Molo Italia, la troppo lunga attesa

L’annunciata replica dell’ordinanza per la priorità del settore cruise pone l’urgenza di procedere ai dragaggi del lato nord

Una nave da crociera con a fianco le gru dei forestali.

LIVORNO – L’ordinanza che riserva anche per il 2014 l’accosto prioritario alle navi da crociera è in via di emanazione. L’Autorità portuale e la Capitaneria stanno correggendo la bozza che dovrebbe ricalcare quella del 2013. Non senza qualche resistenza: perché già quest’anno l’ordinanza fu accolta da un ricorso al Tar, sul quale fu poi ritirata la richiesta di sospensiva con una specie di “gentleman agreement” tra l’Authority e la Scotto, che rivendicava di poter utilizzare la concessione sul molo Italia senza interferenze delle crociere.
Il problema, in fin dei conti, rimane quello del molo Italia: che sul Pot è assegnato ai forestali con metà concessione alla Cilp – il lato nord – e metà alla Scotto del gruppo Neri – il lato sud, ma di fatto è utilizzabile solo per la banchina sud, perché le altre non hanno fondali accessibili alle navi.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*