Taranto e i progetti “mistero”

I grandi sogni della piattaforma logistica e del network dei containers

Michele Conte

Da Michele Conte, presidente del Propeller Club di Taranto Taras, riceviamo.

TARANTO – Il recente rapporto della Società specializzata Jones Lang LaSalle “Porti Marittimi europei: le opportunità per la logistica”, evidenzia che la movimentazione dei contenitori nel mondo è cresciuta: dai 90 milioni di Teu nel 1990 ai 590 milioni del 2012 con una crescita di oltre il 550%, al di là della flessione registrata nel 2009 per effetto della crisi economica mondiale.
Taranto alla fine degli anni ‘90 si era assicurata una fetta di questo mercato adeguando rapidamente tra il ’98 e il 2001 (ideazione, appalto, esecuzione e collaudo dei lavori) il Molo Polisettoriale (opera inutilizzata per 20 anni) a terminal contenitori offrendo ad Evergreen (che operava a Gioia Tauro e cercava altri spazi) la possibilità di insediare il proprio terminal di distribuzione del Mediterraneo.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*