Il cippato diventa “cool”

Materiale povero derivato dalla macchia mediterranea, serve ad aumentare il potere calorico delle centrali a carbone – Adesso più d’un porto punta al suo imbarco o sbarco

LIVORNO – Il Terminal Calata Orlando ha visto crescere in modo esponenziale il traffico di “cippato”, ovvero di tritume di macchia mediterranea e di legnami di scarto, destinato alle centrali termo-elettriche alimentate a carbone. Il “cippato” è un materiale poco costoso, praticamente il risultato del ciclico disboscamento della macchia mediterranea per motivi di controllo della riforestazione. Ma adesso si scoprono concorrenti che puntano anch’essi al “cippato” su altri porti: compreso quello di Genova, dove nei giorni scorsi l’Autorità portuale di Luigi Merlo ha annunciato con grande rilievo l’arrivo di navi per il nuovo traffico, con lo sbarco del materiale.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*