Le tante firme per “Venice Alive”

Sostengono un modello di sviluppo rispettoso dell’ambiente nel quale il porto è essenziale

VENEZIA – In poco più di una settimana la petizione di Venice Alive ha superato le 15.000 adesioni. Tra coloro che hanno deciso di aderire all’iniziativa molti sono i veneziani (sia del centro storico che dell’hinterland) che siglano perché “vogliono una Venezia viva e prosperosa che non si affida solo al turismo ma si applica per un modello di sviluppo sostenibile, del quale il porto è parte essenziale. Lavoratori del settore portuale e del mondo dello shipping internazionale sostengono l’occupazione, il lavoro, l’economia”.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*