Piano del porto, avanti adagio

Un esame “senza superficialità”- E a Roma i tre punti della Regione per l’emergenza lavoro

Nella foto: (da sinistra) Filippo Nogarin, Giuliano Gallanti e Sergio Costalli.

LIVORNO – L’hanno “stanato” grazie all’incontro televisivo di “Porto Aperto” in Fortezza Vecchia: ma anche questa volta il sindaco Filippo Nogarin sulle urgenze più volte ribadite da tutto il cluster marittimo per accelerare la variante anticipatrice (e quindi l’iter del piano regolatore del porto) non è andato oltre un’affermazione di principio: “Stiamo lavorando con attenzione e impegno – ha detto a Gallanti e a Costalli che l’incalzavano – ma non vogliamo essere superficiali su un tema così importante come il polmone economico della città, il porto”.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*