A Ravenna il progetto “Fast Corridor” della UE

Prevista la sperimentazione di nuovi servizi per l’intera catena logistica tra porto e terminal terrestri

Galliano Di Marco

RAVENNA – Si è svolta di recente a Ravenna, presso la sede dell’Autorità portuale, la prima riunione di tutti i partners (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, UirNet Spa, Terminal Container Ravenna Spa, HUB Telematica Scarl e Scuola Europea di Alti Studi Tributari dell’Università di Bologna) coinvolti nel progetto europeo “Port of Ravenna Fast Corridor”.
Il progetto, che vede l’Autorità portuale di Ravenna quale coordinatore, prevede la sperimentazione di nuovi servizi per la comunità portuale e per tutti gli operatori della catena logistica che collega lo scalo ravennate ai terminal terrestri, ed è finanziato al 50% (per un valore di circa 900.000 Euro) dall’Agenzia Europea per l’Innovazione e le Reti (INEA).
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*