Gioia Tauro si accolla le tasse d’ancoraggio

L’iniziativa serve per migliorare la competitività – Sollecitati anche gli interventi complementari della Regione

Davide Giuseppe Barbagiovanni Minciullo

GIOIA TAURO – Dopo gli appelli contro la tassa d’ancoraggio, le iniziative. L’Autorità portuale di Gioia Tauro ha stanziato tre milioni di euro a copertura delle tasse d’ancoraggio per alleggerire gli oneri dell’armamento. Si tratta di un provvedimento ritenuto strategico dall’ente, guidato dal commissario straordinario Davide Giuseppe Barbagiovanni Minciullo, che punta ad incrementare il traffico e a sostenere la competitività dello scalo di fronte ai propri competitor internazionali dove, contrariamente a quanto accade a Gioia Tauro, non esiste alcuna tassa da pagare all’ingresso in porto.
Il provvedimento è stato approvato all’unanimità nella riunione del Comitato portuale che è stato convocato al fine di presentare ai membri, tra i vari punti posti all’ordine del giorno, l’assestamento del Bilancio dell’ente.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*