Sui fondali della Piattaforma Europa le valutazioni tecniche del TDT

Perché basterebbero 16 metri o poco più per le navi delle ultime generazioni – Il connesso problema dei forti finanziamenti dei terminalisti

Luca Becce

E’ il primo operatore terminalista del porto di Livorno, ed è anche il primo ad uscire allo scoperto, con nome e cognome, su quello che è ormai il “tormentone” dei fondali per la Piattaforma Europa. Ecco l’intervento.
LIVORNO – A proposito della Darsena Europa, in questi giorni sta tenendo il centro della scena la questione della profondità dei fondali. Intervengo per cercare di dare un contributo su questo punto, partendo dal punto di vista dell’operatore terminalista.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*