Così la piattaforma del Biometano

Uno strumento fondamentale per connettere industria e ambiente – L’Italia al secondo posto in Europa e quarto nel mondo per la produzione

Fabio Roggiolani

RIMINI – Ad Ecomondo 2016 a Rimini è stata presentata di recente la nuova piattaforma nazionale del Biometano.
Un evento che ha visto sugli scudi due consorzi in rappresentanza delle due grandi matrici di valorizzazione di residui da valorizzare, due grandi consorzi, impegnati da tempo sul fronte Biometano come CIB (Consorzio Italiano Biogas) in rappresentanza degli operatori che valorizzano la matrice agricola e da CIC (Consorzio Italiano Compostatori), in rappresentanza della componente da valorizzare proveniente da FORSU.
Si tratta di un settore che è stato l’argomento portante anche dell’ultima edizione di Ecofuturo 2016, svoltosi a Rimini lo scorso luglio e che vede l’Italia, come paese che si propone con un ruolo da protagonista nella produzione di energia rinnovabile e dove la nuova Piattaforma Tecnologica Nazionale sul (Bio)metano rappresenta uno strumento fondamentale per connettere a doppio filo industria, trasporti, agricoltura, utilities ed associazioni ambientaliste.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*