L’Iva calerà al 5% sul “corto raggio”

In una nota Confitarma e Fedarlinea sottolineano i vantaggi anche ai servizi per i passeggeri – I dubbi di Confetra

ROMA – Confitarma ha espresso apprezzamento per l’inserimento dell’art. 7bis nella Legge di Bilancio, attualmente in discussione presso la V Commissione della Camera dei Deputati, che prevede l’“assoggettamento a IVA del 5 per cento dei servizi di trasporto marittimo, lacuale, fluviale e lagunare”.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*