LIBRI RICEVUTI – “Grimaldi Armatori”

di Bianca d’Antonio – Justin Stares (Grimaldi & C. Editori)

NAPOLI – Parlare di un grande, splendido a ricchissimo volume auto-celebrativo sarebbe comunque vederne solo l’aspetto più immediato. Perché questo splendido, gigantesco lavoro editoriale di oltre 400 pagine a colori è una strenna natalizia non solo bella, ma anche piena di contenuti storico-culturali che abbracciano la genesi e la crescita di quell’armamento italiano che davvero, “ha fatto, sta facendo e farà l’impresa”. Parafrasiamo volontariamente e a ragione la celebre frase dei “Cavalier che fecero l’impresa”, il film epico di Pupi Avati sulle crociate.
E di una crociata in un certo senso si è trattato, con la nascita e la crescita dell’armamento Grimaldi di Napoli. E’ una bella storia delle capacità di lavoro, dell’impegno familiare e anche della visione da parte di una piccola coorte di fratelli (Guido, Mario, Aldo, Luigi ed Ugo) la cui foto nelle prime pagine fa tenerezza: per la giovane età, per la sorridente sicurezza con cui si apprestavano a sfidare un modo chiuso e difficile, per la stessa fotocopia di un giornale di Toronto del 1959 in cui si presenta “il dottor Guido” insieme ai fratelli come Doctors, and Captains Too, in occasione dell’apertura dell’ufficio dell’armamento Grimaldi nel grande porto dei Grandi Laghi nord americani.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*