Il Vespucci, ovvero il più grande retroporto

FIRENZE – La scelta strategica è stata fatta ormai da tempo: l’Interporto Vespucci di Guasticce, alla periferia di Livorno, è ormai inserito nel piano di sviluppo dell’area costiera toscana come retroporto del nuovo sistema portuale di Livorno e Piombino. E non solo sulla carta, con i programmi della Regione Toscana: basta passare sulla superstrada Livorno-Pisa-Firenze per vedere che l’aspetto più caratterizzante del Vespucci sono le pile di contenitori delle più svariate compagnie, uno spettacolo da grande porto asiatico.
Ma non è certo tutto qui.
Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*