Provinciali: un accordo che non c’è?

Massimo Provinciali

LIVORNO – Come scriveva il crepuscolare Guido Gozzano in “Nonna Speranza”, c’è anche la realtà, qualche volta coltivata con affetto, delle piccole cose di pessimo gusto. Per carità, non prendiamoci alla lettera: però in questi giorni nei quali l’Autorità di sistema portuale del Tirreno settentrionale – Livorno, Piombino, Capraia, Portoferraio, Rio Marina e Cavo – fibrilla nell’attesa del Tar sui ricorsi del sindaco, si parla molto di brutta forzatura della disposizione firmata dal presidente Stefano Corsini per la conferma del segretario provinciale dell’Authority di Livorno. Poche parole, ma molti mugugni, dalle categorie rappresentate in comitato portuale ai singoli operatori. E forse non è nemmeno una piccola cosa, ma sul pessimo gusto concordano quasi tutti.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*