L’interporto e la favola bella della Fenice

COLLESALVETTI – Potrebbe sembrare la favola bella della Fenice che risorge, rinnovata e potente, dalle sue stesse ceneri. Perché l’Interporto Vespucci di Guasticce si presenta nell’anno nuovo con un bilancio finalmente positivo, dopo quattro anni di profondo rosso e un lungo passato di diffricoltà. E dopo altri anni di sofferenza, con il continuo dubbio dei “pionieri” insediati nelle sue aree su quello che sarebbe stato il futuro. In queste ore si è maturato un incontro riservato – ma “riservato” su queste cose è sempre relativo – tra le banche creditrici, con MPS in primo piano, e la regione Toscana: e il presidente dell’AdSP Corsini ha riconfermato a Bino Fulceri che il prossimo comitato di gestione dell’Authority sottoscriverà un “congruo aumento di capitale”.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*