Migliora la qualità dell’aria nelle stazioni di traffico

FIRENZE – Dal momento che il traffico è uno dei fattori di pressione che ha avuto un’importante riduzione a seguito delle misure di limitazione per il Covid-19, sono stati analizzati gli andamenti da gennaio a marzo 2020 di alcuni inquinanti (ossidi di azoto e particolato PM10) nelle 10 stazioni orientate al traffico della rete regionale toscana gestita da ARPAT.

Non è possibile effettuare una correlazione diretta tra blocco delle attività ed effetti sulla qualità dell’aria, in quanto in questo periodo dell’anno è molto complesso identificare il contributo dovuto rispettivamente alla riduzione delle emissioni, alla variazione delle condizioni meteoclimatiche e alle reazioni chimico-fisiche in atmosfera in cui sono coinvolti gli inquinanti. Tuttavia, proprio per le caratteristiche di ubicazione delle stazioni esaminate, gli effetti sugli inquinanti sono in prima analisi riconducibili alla riduzione dei volumi di traffico.

Per leggere l'articolo effettua il Login o procedi alla Register gratuita.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*